Arresto del taccheggiatore: eccesso di zelo o condotta corretta?

L’articolo del corriere.it racconta di una ragazza di Strasburgo, Emilie G., che, recatasi con il padre in uno store di un famoso retailer di arredamento e oggetti per la casa, aveva acquistato 4 barattoli di vetro. All'uscita, decideva di usare una delle tante casse “fai da te”, passando i barattoli sullo scanner della cassa per poi pagare.

Emilie racconta che i barattoli erano chiusi da un coperchio e che, sia lei che il padre, non si erano accorti che quei coperchi non erano un pezzo unico col barattolo ma avevano un proprio codice a barre, per cui avrebbero dovuto pagarli a parte. Ultimato il pagamento, mentre si avviavano all'uscita, Emilie e il padre sono stati fermati da un addetto alla sicurezza che ha avvertito subito il direttore, il quale ha chiamato la polizia...

 

Leggi l'articolo di Fabio Guarino pubblicato in essecome online 7/2018 cliccando qui sotto:

Download pdf
#essecome #Laboratorio per la Sicurezza #Fabio Guarino #antitaccheggio