Auto e strade intelligenti: i Garanti europei preoccupati per privacy automobilisti

Il parere, di cui è relatore il Garante italiano, rappresenta un primo, importante passo per tutelare, fin dalla fase di progettazione, i dati personali impiegati da queste nuove applicazioni tecnologiche. La piattaforma C-ITS (leggi) è un progetto della Commissione Europea nato con l'obiettivo di migliorare la sicurezza stradale, l'efficienza del traffico, il comfort di guida e di ridurre le emissioni inquinanti, aiutando l'automobilista a prendere le decisioni più opportune al verificarsi di determinati eventi esterni (ingorghi, incidenti stradali, condizioni metereologiche, lavori in corso).

I Garanti europei, pur riconoscendo la validità del progetto della Commissione, sottolineano come la diffusione su larga scala di questa nuova tecnologia, che comporterà la raccolta e l'elaborazione di quantità senza precedenti di dati (stile di guida, velocità, direzione, geolocalizzazione) ponga nuove sfide ai diritti fondamentali e alla riservatezza.

 

Leggi il commento dell'avv. Maria Cupolo cliccando qui sotto:

Download pdf
#C-ITS #Commissione Europea #Maria Cupolo #privacy #protezione dati