attualità

Gara videosorveglianza Consip, interrogazione parlamentare M5S


Presentata dalla deputata M5S Arianna Spessotto, componente della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, un'interrogazione alla Camera sulla gara Consip per la videosorveglianza della PA, riferita in particolare alla sicurezza delle telecamere utilizzate da Fastweb.

Questa la dichiarazione rilasciata alla stampa da Arianna Spessotto:

“L’utilizzo di telecamere cinesi nella fornitura della gara Consip per i sistemi di videosorveglianza delle Pubbliche Amministrazioni, assegnata lo scorso 30 gennaio - per i due lotti maggiori dell’appalto - a Fastweb, pone molti interrogativi sulle garanzia di effettiva sicurezza degli obiettivi sensibili - come sedi governative, tribunali, caserme, ambasciate - che queste telecamere dovrebbero video sorvegliare!

Le telecamere che Fastweb ha previsto nel proprio listino di fornitura sono infatti di un produttore cinese che, lo scorso anno, è stato oggetto di diverse inchieste giornalistiche e parlamentari in UK per la scarsa affidabilità sul piano della sicurezza IT. Come se non bastasse, lo stesso produttore risulta poi essere radiato dalla Consip americana in quanto sospettato di essere controllato direttamente dal governo cinese!

Si tratta della Hikvision, azienda nata da una costola delle attività commerciali dell'Esercito cinese e che vende sistemi di videosorveglianza ad uso governativo, commerciale e militare. Oltre ai dubbi sui criteri e gli esiti di una gara così importante e delicata per la sicurezza del paese, mi chiedo se Consip e Fastweb abbiano effettivamente espletato tutte le necessarie verifiche per tutelare la PA e i cittadini dai possibili rischi di minacce informatiche cui sarebbero esposte le telecamere cinesi.

Ricordo, infatti, che il regolamento europeo sulla tutela dei dati personali, che entrerà in vigore a maggio 2018, prevede specifici e stringenti adempimenti da parte delle pubbliche amministrazioni, con l'obbligo di adottare «sistemi adeguati» per la sicurezza dei dati, con una responsabilità solidale in capo ai fornitori.

Per questo motivo, ho depositato in questi giorni un’interrogazione parlamentare alla Camera per sapere direttamente dal Ministro dell'Interno se reputa affidabile, sul piano della sicurezza dell’information technology, gli apparati previsti nei listini di fornitura della gara Consip e se il Governo non ritenga che l'utilizzo di telecamere, già rimosse in altri Paesi, possa rappresentare un serio rischio per la sicurezza pubblica nazionale.”

Leggi l'interrogazione parlamentare M5S cliccando qui

 

Iscriviti alla newsletter

Securindex ti informa!

0
1
1
2
2
3
3
4
4
1
4
2
4
3
4
4
4
5
5
6
6
7
7
8
8
9
9
10
10
11
11
12
12
13
13
14
14
15
15
16
16
17
17
18
18
19