Dossier Viminale, in calo i reati negli ultimi 12 mesi

Roma - Il numero dei reati denunciati continua a calare in Italia. Secondo il dossier presentato dal Viminale nella consueta conferenza stampa di Ferragosto, dall'1 agosto 2017 al 31 luglio 2018 i delitti denunciati sono stati 2.240.210, il 9,5% in meno rispetto ai dodici mesi precedenti (quando erano stati 2.453.872). Diminuiti gli omicidi (da 371 a 319, il 16,3% in meno), le rapine (da 31.904 a 28.390, il 12,3% in meno) e i furti (da 1.302.636 a 1.189.499, il 9,5% in meno).

In particolare, tra gli omicidi diminuiscono anche come incidenza sul totale quelli attribuibili alla criminalità organizzata, da 48 (12,9% sul totale) a 30 (9,4% sul totale tra agosto 2017 e luglio 2018).

Nello stesso periodo, in 120 casi sono state vittime donne (il 37,6% dei 319 omicidi volontari commessi in Italia) e, in particolare, nel 68,7% dei 134 omicidi in ambito familiare/affettivo. Sempre con riferimento agli omicidi in ambito familiare/affettivo, le donne sono vittime dell'89,6% degli omicidi commessi dal partner, dell'85,7% di quelli commessi dall'ex partner e del 58,6% di quelli commessi da un altro familiare.

Nell'ultimo anno le denunce per stalking sono state 6.437 (contro le 8.732 dell'anno precedente) ed è calata del 26,3% la percentuale delle donne che le hanno presentate; in aumento invece del 20,7% gli ammonimenti del questore (dai 940 del 2017 ai 1.135 del 2018, con un +17,9% di quelli per violenza domestica) e del 33,1% gli allontanamenti (dai 160 del 2017 ai 213 del 2018).

In questa edizione del dossier non viene fatto cenno all'andamento dei reati informatici.

(A cura della Redazione - in caso di riproduzione citare la fonte)

 

Clicca qui per scaricare il Dossier del Viminale

 

#Dossier Viminale #Ministero dell'Interno #criminalità organizzata