USA, proposta di legge per rimozione telecamere cinesi

Come viene riportato da IPVM (leggi) il disegno di legge US House Bill HR 5515 conferma la proibizione per le amministrazioni governative di acquistare prodotti per la videoseorveglianza e le telecomunicazioni di alcuni produttori cinesi e impone la rimozione degli impianti esistenti entro il 1 gennaio 2021, in caso di conversione in legge.

La "black list" al punto (D - i) del testo del disegno di legge comprende "equipaggiamenti per telecomunicazioni e videosorveglianza prodotti da Huawei Technologies Company, Hytera Communications Corporation, Hangzhou Hikvision Digital Technology Company, Dahua Technology Company e ZTE Corporation (ed ogni entità sussidiaria, derivata o affiliata di questi soggetti)".

A proposito degli effetti sul mercato OEM, IPVM sostiene che "Dahua e Hikvision forniscono componenti OEM a decine di costruttori occidentali alla ricerca di prodotti a basso prezzo, compresi marchi importanti come American Dynamics (Tyco/JCI), FLIR (in passato), Honeywell, UTC/Interlogic, ADI/W-Box eccetera. Anche se IPVM non ha fatto ricerche sull'impiego da parte del governo USA di prodotti OEM forniti da Dahua e Hikvision, solo considerando alcuni dei grandi marchi coinvolti si può ipotizzare che ci siano migliaia di questi prodotti installati nelle strutture governative americane, soprattutto tenendo conto che la consapevolezza dei rischi legati a Dahua e Hikvision si è diffusa solamente negli ultimi anni."

Sempre secondo IPVM, tutto questo "potrà comportare vantaggi per tutto il comparto della videosorveglianza, in quanto prodotti di bassa qualità e vulnerabili dovranno venir sostituiti da nuovi, migliori e più sicuri prodotti non cinesi."

(A cura della Redazione - in caso di riproduzione citare la fonte)

 

#IPVM #US House Bill HR 5515 #Huawei #Hytera #Hikvision #Dahua #ZTE